3 Mag

Malasanità a Roma: Italia garantista anticipa le sette domande che sanno oggetto dell’interrogazione parlamentare al Ministro della Salute Renato Balduzzi „

Pubblicato da Nik Lok

malasanità a roma: italia garantista anticipa le sette domande che sanno oggetto dell’interrogazione parlamentare al ministro della salute renato balduzzi
„Oltre due milioni di persone al mondo assumono sistematicamente Olanzapina, un farmaco immesso nel mercato nel 1996 con il nome commerciale di Zyprexa. Questo psicofarmaco neurolettico, è molto utilizzato in psichiatria, nonostante i suoi effetti collaterali che gli hanno fatto guadagnare l’epiteto di killer; infatti alcune inchieste partite proprio dagli Stati Uniti rappresentano i gravissimi effetti collaterali, come quelli denunciati dall’Associazione per il Diabete Americana che ha bocciato lo Zyprexa perchè sarebbe il farmaco psichiatrico più a rischio in assoluto di causare il diabete.“

 

L’ARTICOLO ORIGINALE CONTINUA QUI’…

 

 

2 Mag

Psicofarmaci a 13 anni, 25% a Torino almeno una volta

Pubblicato da Nik Lok

 

(ANSA) – ROMA, 23 APR – Circa il 25% dei ragazzini torinesi di 13 anni, frequentanti le scuole medie, ha assunto psicofarmaci almeno una volta nella vita, a casa oppure fuori con gli amici. E’ il dato preliminare di una ricerca in corso coordinata dal Dipartimento di Salute pubblica dell’Universita’ di Torino.

 

L’ARTICOLO ORIGINALE CONTINUA QUI’…

30 Apr

E’ ok non essere normale

Pubblicato da Nik Lok

 

Quando l’eroe di Mark Twain Huckleberry Finn fu costretto a studiare l’ortografia per un’ora ogni giorno, disse: “io non potrei sopportarlo oltre. Era noioso, ed io ero irrequieto.” La sua maestra, Miss Watson, lo minacciava con la dannazione eterna se egli non avesse prestato attenzione e Huck Finn ammette che non sembrava una brutta alternativa. “Ma io non intendevo fare del male. Tutto quello che volevo era viaggiare; tutto quello che volevo era un cambiamento, non ero particolare.” Se fosse accaduto oggi, a Huck sarebbe stato diagnosticato l’ ADHD, gli avrebbero prescritto Adderall e l’avrebbero costretto a frequentare la scuola, e il libro delle sue avventure non sarebbe mai stato scritto.

 

L’ARTICOLO ORIGINALE CONTINUA QUI’….

19 Ott

Bari, psichiatra molesta la paziente. E si giustifica: “Era solo relax”

Pubblicato da Nik Lok

Le manette per il medico sono scattate giovedì scorso, l’uomo è stato arrestato in flagranza dalla polizia: la ragazza, in accordo con gli inquirenti, si è presentata ad un’altra visita, questa volta però è stata seguita dagli agenti che hanno controllato attraverso un microfono e una piccola telecamere cosa accadeva nello studio privato. Secondo quanto ricostruito dalla polizia giudiziaria, durante il colloquio terapeutico il professore avrebbe “indotto la paziente a subire nuovamente atti sessuali, ovvero palpeggiamenti del seno e delle parti intime”. Pierri, ieri, ha negato di aver mai palpeggiato la giovane donna, giustificandosi sostenendo di aver solo usato tecniche di rilassamento che nulla avrebbero a che vedere con gli abusi denunciati.

images

L’ARTICOLO ORIGINALE CONTINUA QUI’….

18 Ott

I PROCESSI ALL’OPUS DEI

Pubblicato da Nik Lok

L’Opera sotto accusa in Francia e in Italia dopo le denunce di due donne. Da numerarie ausiliari, sarebbero state “manipolate” con abuso di psicofarmaci e avrebbero subito un trattamento professionale lesivo dei loro diritti

catherineopus

L’ARTICOLO ORIGINALE CONTINUA QUI’…

6 Ott

“Abusi del medico sulle pazienti”: Secondo il pm le vittime sono sei

Pubblicato da Nik Lok

Si allarga l’inchiesta della Procura di Lodi che vede accusato lo psichiatra Armando Marni, 55 anni, di violenza sessuale nei confronti di alcune pazienti del reparto di Psichiatria dell’ospedale di Codogno, dove lavorava dopo essere rimasto a lungo in servizio anche a Lodi. Dopo la denuncia delle prime due donne, che avevano raccontato di come durante il periodo di ricovero il medico, approfittando del suo ruolo, le avesse sedotte arrivando a consumare rapporti sessuali completi, le indagini avrebbero permesso infatti di scoprire altre ragazze rimaste tra il 2008 e il 2010 vittime delle “attenzioni particolari” del medico.

images

L’ARTICOLO ORIGINALE CONTINUA QUI’…

30 Set

ADHD: Le super pastiglie che rovinano studenti ed atleti

Pubblicato da Nik Lok

Negli Stati Uniti la chiamano ormai “generazione hyper”. Si tratta di alcuni milioni di giovani tra i 15 e i 30 anni, studenti, professionisti, medici, professori universitari, piloti militari, agenti di polizia, agenti di borsa. Gente che ha bisogno di benzina speciale nel motore, per produrre di più e meglio in un mondo competitivo, spietato, dove l’affermazione sociale ed economica è l’obiettivo numero uno. Sono probabilmente cresciuti a scuola, fin dalla prima infanzia, nell’epoca travolgente della ADHD, l’Attention Deficit and Hyperactivity Disorder: una sindrome diagnosticata a milioni di bambini troppo vivaci e distratti cui la neuropsichiatria infantile Usa ha somministrato dosi massicce di Ritalin, potenziatore della concentrazione cerebrale. Oggi, da adulti, se ne servono per battere la concorrenza e rimanere “super”, sottoponendo se stessi e le proprie meningi a rischi molto seri.

pillola--U150561169603vIF-130x89-027--158x237

L’ARTICOLO ORIGINALE CONTINUA QUI’…

28 Set

Un video li inchioda, l’asl non li licenzia

Pubblicato da Nik Lok

Legato stretto, mani e piedi, al letto di un ospedale per oltre ottanta ore. Ferito, nudo, non alimentato, abbandonato alla propria sofferenza. È morto così Franco Mastrogiovanni, il 4 agosto del 2009, a Vallo della Lucania, nel reparto di psichiatria dell’ospedale San Luca. Era stato ricoverato quattro giorni prima per un trattamento sanitario obbligatorio. A documentare l’agonia del maestro elementare di Castelnuovo Cilento è stato il video registrato dalle telecamere di sorveglianza del reparto: per l’accusa è la prova regina sulla quale poggia il processo che vede imputati i sei medici e i dodici infermieri in servizio in quei giorni.

VEN_34_35-2

L’ARTICOLO ORIGINALE CONTINUA QUI’…


27 Set

OPG: MARINO (PD), DETENZIONE PSICHIATRICA DISUMANA, SISTEMA VA RIFORMATO

Pubblicato da Nik Lok

(AGENPARL) – Roma, 21 set – “La gravità della situazione delle strutture che accolgono i detenuti malati psichici è di una disumanità tale che è ormai inderogabile un intervento riformatore e risolutivo delle enormi carenze e storture di questo sistema”. Così il presidente della Commissione d’Inchiesta sul Servizio Sanitario Nazionale e senatore del Partito Democratico Ignazio Marino replicando all’intervento del ministro della Giustizia Nitto Palma sul sistema carcerario e sui problemi della giustizia con particolare riferimento alla situazione in cui versano gli Ospedali psichiatrici giudiziari. La Commissione, presieduta dal senatore Marino, ha svolto al riguardo delle indagini che hanno portato a “provvedimenti coercitivi privi di precedenti nella storia repubblicana” come ha sottolineato l’esponente PD intervenendo in aula.

detenzione1

L’ARTICOLO ORIGINALE CONTINUA QUI’….

19 Set

Opg Montelupo. Il Dap controlla se stesso sulla sicurezza della struttura?

Pubblicato da Nik Lok

Con i senatori Ignazio Marino e Marco Perduca abbiamo depositato stamani un’interrogazione indirizzata ai ministri della Giustizia, Salute e Interni, riguardante l’Ospedale psichiatrico giudiziario di Montelupo Fiorentino, su quanto recentemente emerso nel corso di una visita ispettiva della Commissione parlamentare di inchiesta sull’efficacia e l’efficienza del Sistema Sanitario Nazionale del Senato che ha rilevato la mancanza di un sistema antincendio disponendo per tali motivi, il 26 luglio scorso un provvedimento giudiziario per “l’effettuazione di immediati interventi per conformare tutte le sezioni alla normativa vigente in materia di prevenzione dei rischi da incendio”, provvedimento comunque per ora disatteso dall’Opg e per cui la direzione della struttura ha ottenuto una proroga al 30 settembre prossimo, lamentando a discolpa l’esiguità del termine perentorio di 15 giorni, oltretutto in un periodo di ferie.

Montelupo

L’ARTICOLO ORIGINALE CONTINUA QUI’….

echo '';