30 Set

ADHD: Le super pastiglie che rovinano studenti ed atleti

Pubblicato da Nik Lok

Negli Stati Uniti la chiamano ormai “generazione hyper”. Si tratta di alcuni milioni di giovani tra i 15 e i 30 anni, studenti, professionisti, medici, professori universitari, piloti militari, agenti di polizia, agenti di borsa. Gente che ha bisogno di benzina speciale nel motore, per produrre di più e meglio in un mondo competitivo, spietato, dove l’affermazione sociale ed economica è l’obiettivo numero uno. Sono probabilmente cresciuti a scuola, fin dalla prima infanzia, nell’epoca travolgente della ADHD, l’Attention Deficit and Hyperactivity Disorder: una sindrome diagnosticata a milioni di bambini troppo vivaci e distratti cui la neuropsichiatria infantile Usa ha somministrato dosi massicce di Ritalin, potenziatore della concentrazione cerebrale. Oggi, da adulti, se ne servono per battere la concorrenza e rimanere “super”, sottoponendo se stessi e le proprie meningi a rischi molto seri.

pillola--U150561169603vIF-130x89-027--158x237

L’ARTICOLO ORIGINALE CONTINUA QUI’…

1 Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Una Risposta a “ADHD: Le super pastiglie che rovinano studenti ed atleti”

  1. Lele dice:

    I’m ipmerssed! You’ve managed the almost impossible.

Spiacente, i commenti sono chiusi.